Logo de l'OEP

Il progetto

Ultima modifica: 9 Set 2006

L'osservatorio europeo del plurilinguismo

L'osservatorio europeo del plurilinguismo, struttura di cooperazione tra i partner del plurilinguismo, é nata dalle prime Convenzioni europeee sul plurilinguismo che si sono tenute a Parigi il 24 e 25 novembre 2005.

Il principio delle Convenzioni é di riunire in un‘unica iniziativa decisori, ricercatori e membri della società civile per inquadrare con chiarezza le questioni sul plurilinguismo all'interno delle loro poste in gioco politiche, culturali, economiche e sociali a livello di istituzioni europee e di ciascuno degli Stati membri.

E' stata elaborata ugualmente una Carta Europea del plurilinguismo a partire dai primi Congressi. Questa carta è oggi sottoposta alla firma dei cittadini dei paesi europei. Questo testo sarà depositato al momento del secondo Congresso europeo presso i diversi organismi europei e nazionali sotto forma di petizione. Potrà essere accompagnata da progetti di testi legislativi o regolamentari.

Nell'intervallo tra i Congressi, l'OEP partecipa a numerose manifestazioni e intraprende esso stesso diverse azioni.

L'OEP, in quanto osservatorio, risponde alle caratteristiche di un osservatorio. Ha un ruolo attivo (un osservatorio della sicurezza stradale non ha per sola missione di contare gli incidenti della strada). Esso raccoglie informazioni presso una rete di soci. Pubblica o fa riferimento ad articoli e studi esistenti. Produce esso stesso degli articoli originali e può portare avanti degli studi specifici.

Tale é lo spirito generale del progetto che segue.