Logo de l'OEP

Sport et langues

Coppa del mondo: che lingua parlano i giocatori quando se la prendono con l'arbitro?

Ultima modifica: 22 Lug 2014

Trove.com, 22.06.2014, Daniel Engber, Slate
Brasile--lunedì sera lo svedese Jonas Eriksson farà da arbitro alla prima partita della Coppa del Mondo tra Stati Uniti e Ghana. Date le barriere linguistiche, come comunicheranno i giocatori e l’arbitro? Nel 2006, Daniel Engber ha esplorato l’universo segreto della comunicazione ai mondiali. L’articolo è riportato di seguito.

Mercoledì i giocatori polacchi si sono lamentati di un fischio dell’arbitro che avrebbe potuto segnare la fine del loro soggiorno in Brasile. Lo stesso giorno, un fischio (discutibile) di un arbitro svizzero metteva a repentaglio il destino della squadra ucraina.
Che lingua parlano i calciatori quando se la prendono con l’arbitro? La lingua non conta finché riescono a farsi valere. Diversi giocatori di alto livello hanno passato molto tempo in squadre diverse, in giro per il mondo, e parlano, per questo, varie lingue. Per esempio, il calciatore americano Landon Donovan ha imparato un po’ di spagnolo giocando con i messicani nel Sud della California, e poi un po’ di tedesco dopo essere passato al Bayer 04 Leverkusen.
Se per caso un giocatore non conosce la lingua dell’arbitro, urlerà nella sua lingua semplicemente per manifestare il suo disappunto. “Qualsiasi tipo di insulto a carattere sessuale viene sicuramente capito”, dichiara Alexi Lalas, calciatore della squadra americana presente ai mondiali del 1994 e del 1998.
Quello che serve è conoscere alcune frasi precise da dire agli avversari, e non è raro che i giocatori cerchino di arricchire il loro repertorio proprio prima di una partita. Una volta, in Ecuador, Lalas si è rivolto a un funzionario con la traduzione spagnola di “figlio di puttana”.
L'ingiuria risultò essere molto più offensiva della sua versione americana, valendo al calciatore un cartellino rosso.
Ai rigori, un giocatore può usare il linguaggio dei segni. Le mani unite significano "immersione"- cioè , "non l'ho placcato. Si è tuffato". Indicare il proprio occhio col dito fa capire all'arbitro che deve "tenere gli occhi aperti". I giocatori avversari potrebbero vedersi fare il segno internazionale del soffocamento, o il gesto anche facilmente interpretato come "sono un piagnucolone".
Quando si tratta di protestare contro un arbitro, la squadra americana è in vantaggio rispetto ai suoi concorrenti stranieri. Da quest’anno, secondo una nuova regola, tutti gli arbitri selezionati per un campionato di calcio hanno dovuto passare una prova d’inglese scritta e orale. Questo permette di assicurare la comunicazione tra l'insieme dei cinque responsabili durante una partita. (Ogni corpo d’arbitraggio è composto da tre arbitri originari dallo stesso paese o regione, e altri due responsabili che possono venire anche dall'altra parte del mondo).
Per avere un piccolo aiuto supplementare, i giocatori possono consultare un dizionario fornito dalla FIFA che raggruppa la terminologia del calcio in sei lingue diverse. Il dizionario contiene espressioni importanti in inglese, francese, tedesco, italiano, portoghese e spagnolo.

Traduzione: Isabella Mancini

Articolo originale: http://trove.com/me/content/chqmq

Articolo in francese: http://www.observatoireplurilinguisme.eu